Vi siete mai chiesti in cosa consista esattamente la forza interiore? Quali siano la caratteristiche di quelle persone che a volte cadono ma sanno sempre rialzarsi?
Amy Morin è una psicoterapeuta americana, conosciuta per essere l’autrice di un post pubblicato originariamente sul blog LifeHack e diventato rapidamente un fenomeno virale: “13 Things Mentally Strong People Don’t Do.

L’articolo è stato in seguito ripreso dal sito Forbes.com e ha raggiunto in breve tempo 10 milioni di visualizzazioni…

Perché questa lista si è trasformata in un killer post? Semplicemente perché i 13 punti di Amy individuano situazioni che ci troviamo ad affrontare quotidianamente, e perché scorrendo la lista è inevitabile provare la sensazione di essere messi a confronto con molte delle nostre debolezze

Quali sono dunque le cose che le persone dotate di forza interiore non fanno?

1) Non sprecano tempo ad autocommiserarsi

Già, i forti non hanno tempo da perdere dispiacendosi per se stessi, dando la colpa alle circostanze, o agli altri. Accettano serenamente che la vita il più delle volte non sia ne’ facile ne’ giustaUn mio maestro di tennis diceva sempre “chi vince festeggia, chi perde spiega”. Non è questo lo stesso atteggiamento che molti hanno nei confronti della vita?

2) Non lasciano che gli altri abbiano potere su di loro

Beh, c’è potere e potere. Il mio capo avrà sempre il potere di dirmi cosa fare e mia mamma avrà sempre il potere di parlarmi come se avessi ancora 13 anni. Ma i forti tengono sempre per se il potere di controllare le proprie emozioni e di gestirle. Nessuno riuscirà a farli sentire inferiori o inadeguati.

3) Non hanno paura del cambiamento

Molte persone temono il cambiamento. Alcuni addirittura si rifugiano nello status quo anche quando le cose vanno talmente male che un cambiamento non potrebbe che rappresentare un miglioramento.
I forti non scappano dai cambiamenti e non ne sono spaventati, sanno che i cambiamenti sono parte della vita, sono semplicemente inevitabili. Sanno che spesso le cose cambiano in meglio.

4) Non sprecano energie lamentandosi di ciò su cui non hanno controllo

Ci sono cose nella vita che proprio non possiamo controllare. Quindi perchè sprecare tempo ed energie lamentandosi del traffico, del tempo, degli altri che non sono come dovrebbero essere? L’unica cosa che possiamo controllare, in certe situazioni, siamo noi stessi.

5) Non si preoccupano di compiacere gli altri

Quante di queste persone conoscete? Quelli che non sono mai in disaccordo con nessuno, quelli che si sforzano sempre di piacere a tutti perché il giudizio degli altri sembra l’unico parametro con cui riescono a valutare se stessi. Sono gli insicuri cronici.
I forti invece sono abbastanza sicuri di se’ da non temere le conseguenze di una discussione, non tengono per se’ le proprie opinioni nella speranza di non fare arrabbiare nessuno.

6) Non hanno paura di prendere rischi calcolati

C’è una grossa differenza tra essere intraprendenti ed essere avventati. E se essere avventati può portare alla rovina, essere intraprendenti è decisamente l’unica strada che può portare al successo.

7) Non si soffermano sul passato

Pensare a quanto il passato ci ha dato o ci ha tolto è il modo migliore per chiudere la porta al futuro. E per quanto questo sia facile da comprendere, molte volte abbiamo la tentazione di indugiare nella malinconia rimpiangendo i momenti più belli e pensando alle delusioni subite. Per i forti il passato è semplicemente lo strumento che attraverso l’esperienza permette di costruire un futuro migliore.

8) Non ripetono sempre gli stessi errori

Era Einstein che definiva il folle come colui che ripete sempre le stesse azioni aspettandosi risultati diversi? Qui non si tratta soltanto di forza interiore, ma di raziocinio.

9) Non provano risentimento nei confronti del successo altrui

Ma se mai cercano di imparare dagli altri. L’invidia è un sentimento che appartiene ai deboli.

10) Non si arrendono dopo un fallimento

Perchè il fallimento non è altro che una possibilità di migliorare.

11) Non hanno paura della solitudine

Ma ne fanno tesoro. La loro felicità non dipende da altri che se stessi. Possono raggiungerla in compagnia di altri, e possono essere felici anche da soli.

12) Non credono che il mondo sia in debito con loro

O viceversa, non sentono di essere in credito con il mondo. Non danno nulla per scontato se non che il mondo li ripagherà in proporzione ai propri meriti. Se vi sembra che nel vostro caso non sia così, forse è il caso che proviate a valutare in maniera un po’ più oggettiva i vostri “meriti”…

13) Non si aspettano risultati immediati

La vita non è uno sprint ma una maratona. Quindi perchè aspettarsi tutto e subito? La forza interiore è disciplina, è programmazione, è la consapevolezza che i cambiamenti veri richiedono tempo e il successo non arriva all’improvviso. La forza interiore ci rende consci del fatto che la perseveranza è l’unica strada per raggiungere i nostri obiettivi.

Questi 13 punti sono diventati un libro…

Forza interiore: Il libro di Amy Morin

in vendita su Amazone un e-book, che potete acquistare qui.

Amy Morin è una psicoterapeuta, ma non solo. E’ una persona che ha sofferto e si è rialzata. Ha sofferto ancora e si è alzata di nuovo. Ha sofferto ancora e non ha pensato di lasciarsi andare maledicendo le ingiustize della vita. O forse lo ha pensato, ma non lo ha fatto.

Amy Morin è una persona che non solo ha scelto il mestiere di aiutare gli altri a superare l’inimmaginabile, ma ha saputo farlo lei stessa, ed è questa la grande forza delle sue lezioni.

La via d’uscita c’è sempre, e nel suo libro Amy Morin spiega concretamente come sviluppare quella forza mentale che ci permetterà di trovarla.
Essere forti mentalmente non significa raggiungere la pace interiore, ma semplicemente imparare a controllare le nostre emozioni e i nostri pensieri così che non siano loro a controllare noi. Significa, soprattutto, essere sempre in grado di fare pace con il passato per vivere serenamente il presente.

Se volete saperne di più, ascoltate in questo video la storia di Amy

Non pensate anche voi che sia giunto il momento di cominciare a guardare soltanto avanti?