Un testo non può cambiarti la vita e i libri sulla crescita personale non fanno eccezione, ma le informazioni giuste e il modo in cui le usi possono aiutarti a farlo

Libri sulla crescita personale

Un autore satirico americano di nome Christopher Buckley ha sintetizzato abbastanza efficacemente il pensiero di quelli che credono che la crescita personale sia una ca*ata pazzesca:

l’unico modo per diventare ricchi grazie ai libri sulla crescita personale è scriverne uno.

Per quanto divertente, questa affermazione è superficiale quanto molti dei libri sul self help pubblicati negli ultimi anni. Ma parte sicuramente da due dati di fatto:

  1. la maggior parte dei lettori interessati a questo tema è mossa dal desiderio che più di ogni altro ha determinato le fortune dei testi sulla crescita personale, quello di fare soldi

Credo non sia necessario spiegare perché chiunque si avvicini al self help in cerca della pietra filosofale rimarrà deluso, non esiste un modo per trasformare in oro tutto quello che tocchiamo.

2. nessun libro può cambiarti la vita

È il modo in cui scegli di usare le informazioni a farlo. Questo vale per qualsiasi testo, dalla Bibbia a Topolino passando per i manuali universitari fino ai libri sulla crescita personale.

Capito? Lo riscrivo perché ti rimanga bene impresso:

nessun libro può cambiarti la vita, ma il modo in cui scegli di usare le informazioni che trovi può farlo.

Sono le azioni, e non il pensiero a fare la differenza.

Detto questo mi sembra doveroso aggiungere alcune istruzioni per l’uso dei libri sulla crescita personale che sto per suggerirti.

In questi testi troverai moltissime informazioni, moltissimi spunti di riflessione e più in generale moltissimo materiale utile.

Quello che non troverai, da nessuna parte, è il punto che ti spiega che sono le abilità individuali a fare la differenza: perché a nessuno salterebbe in mente di vendere un libro motivazionale suggerendo che una schiappa non può arrivare da nessuna parte.

Possiamo raccontarcela finché vogliamo, ma non avrei potuto diventare Steve Jobs neanche se mia mamma mi avesse allattato con il siero dell’ottimismo.

Però posso migliorare, posso diventare la versione migliore di me possibile. Questa è la mia idea di successo e la mia idea di crescita personale.

Se coincide con la tua, buona lettura!

5 libri sulla crescita personale per cominciare a migliorare la tua vita


 1) Pensa e arricchisci te stesso – Napoleon Hill (Think and Grow Rich)

pensa e arricchisci te stesso
Come si raggiunge il successo?
Per 25 anni Napoleon Hill ha cercato di rispondere a questa domanda, intervistando 500 delle persone più influenti del proprio tempo, da Thomas Edison a Henry Ford. Il risultato delle sue ricerche è stato pubblicato per la prima volta nel 1937 e da allora continua a ispirare milioni di lettori in tutto il mondo.

  • A chi serve:

A chi vuole conoscere l’opera che ha segnato la storia della crescita personale e del pensiero positivo e a chi crede che il successo non si misuri soltanto sulla base di ciò che si possiede ma soprattutto di ciò che si fa.

  • A chi no:

A chi non interessa sapere perché Think and Grow Rich occupa il decimo posto nella classifica dei libri più venduti di tutti i tempi.

Puoi leggerlo gratuitamente con Kindle Unlimited cliccando qui.


2) Psicocibernetica – Maxwell Maltz (Psycho-Cybernetics)

Psicocibernetica
Il testo che ha formato moltissimi dei più celebri trainer motivazionali, da Zig Ziglar a Tony Robbins, è stato scritto nel 1960 da un chirurgo plastico americano, Maxwell Maltz. L’opera di Maltz parte dallo studio delle cause dell’insoddisfazione per analizzare il meccanismo che regola le connessioni tra autostima, pensiero e successo personale.

  • A chi serve:

A chi si avvicina per la prima volta alla crescita personale e cerca un testo onesto, chiaro e ricco di buon senso: se non vuoi riempire i tuoi scaffali di libri inutili, questo è l’unico di cui non fare a meno.

  • A chi no:

A chi non ha nessuna voglia di migliorarsi perché si basta così com’è.

Puoi acquistare la versione cartacea in italiano su Amazon o leggerlo in lingua originale sul tuo kindle (Psycho-Cybernetics, Updated and Expanded).


3) Come trattare gli altri e farseli amici – Dale Carnegie (How to Win Friends and Influece People)

Come trattare gli altri e farseli amici
Dale Carnegie visse negli Stati Uniti tra il 1888 e il 1955 e fu un noto autore, formatore professionale e conferenziere. Si occupò soprattutto di sviluppo personale, leadership e relazioni interpersonali, e diede alle stampe moltissimi dei libri di maggior successo nel campo della crescita personale. Come trattare gli altri e farseli amici non è  soltanto il suo più grande successo editoriale ma anche il più celebre testo sui rapporti sociali.

  • A chi serve:

A chi alle divagazioni teoriche preferisce i consigli pratici, ai venditori, agli aspiranti leader e a chi crede che il miglior modo per avere la meglio in una discussione sia evitarla

  • A chi no:

A chi non ha bisogno di relazionarsi agli altri, a chi non è interessato a risolvere i propri problemi quotidiani e a chi vive su Marte.


4) Ce l’hai il Paracadute? – Richard N. Bolles (What Colour is Your Parachute?)

What color is your parachute

Questo testo non ha niente a che vedere con i libri sulla crescita personale, ma è uno dei migliori punti di partenza per chi voglia migliorare la propria vita professionale. Pubblicato per la prima volta nel 1970, da allora viene aggiornato ogni anno con modifiche spesso sostanziali. What Colour is Your Parachute è il testo sacro (e se non lo è deve diventarlo al più presto) per chiunque sia in cerca di un lavoro o voglia cambiare la propria carriera.

  • A chi serve:

A chi vuole sapere tutto sul mestiere di trovare un lavoro, dalle tecniche di ricerca più aggiornate alle strategie per scrivere un curriculum vitae.

  • A chi no:

A chi un lavoro non lo cerca o sa già come trovarlo.

Di questo testo puoi leggere l’edizione originale, cliccando qui, o quella italiana: Ce l’hai il paracadute? L’arte di trovare il tuo lavoro. Quest’ultima viene aggiornata soltanto sporadicamente, quindi potendo scegliere ti suggerisco di consultare quella in inglese.


5) Eat that Frog – Brian Tracy

Eat that frog

Brian Tracy è uno dei più celebri esperti di produttività e dinamica aziendale, autore di oltre 30 volumi sul tema dell’efficienza e delle abitudini. Eat that Frog, tradotto in italiano con un improbabile Non fare lo struzzo, è il più celebre dei suoi scritti e il più efficace manuale contro la procrastinazione.

  • A chi serve:

A chi vuole cominciare subito a imparare l’arte di non rimandare la soluzione dei problemi.

  • A chi no:

A chi preferisce cominciare a pensarci da domani.