Hai passato in rassegna tutto ciò di cui potevi scrivere, hai rastrellato tutte le nicchie presenti, passate, future e futuribili, hai comparato richieste e concorrenza… e alla fine hai googlato cercando conferma del fatto che scrivere un blog multi-topic potesse tutto sommato essere una soluzione.

E sicuramente non ne hai trovato conferma da nessuna parte.

Perché scrivere un blog-multitopic è la cosa più folle che puoi fare, almeno se il tuo obiettivo è quello di far sì che qualcuno ti legga (e che non lo faccia solo perché glielo hai chiesto tu).

Scrivere un blog multi-topic vuol dire farsi ignorare da Google, contravvenire a tutti i principi del SEO for dummies, andare contro a quello che tutti i pro bloggers ci hanno gentilmente insegnato:

la scelta non è tra blog multi-topic e blog di nicchia

l’unica scelta che hai è “quale” nicchia.

Te lo spiegano bene qui, qui, qui, o qui.

In sostanza, se scriverai un blog multi-topic, non riuscirai mai a competere con i portali e i gruppi editoriali che vi stanno dietro (soprattutto se sarai solo e non avrai una redazione alle spalle!), non aumenterai la tua autorità, non fidelizzerai nessuno!

Esiste una sola ragione al mondo per cui dovresti scrivere un blog multi-topic, quindi?

Ma certo! Ne esistono moltissime, e la principale è che se scriverai un blog multi-topic diventerai un blogger di nicchia! Quale nicchia? Quella dei tuoi amici e parenti che talvolta per farti un favore ti leggeranno, certo.

Ma anche la nicchia, sempre più rara, di quei blogger che scrivono solo per passione, perchè amano farlo, quelli che non passano più tempo a studiare il Keyword Planner di Adwords che a scrivere, quelli che scrivono un blog e magari Adwords nemmeno sanno che esista.

Ti sembra un programma così folle?
Io ho giocato a tennis per anni, ho fatto allenamenti, tornei, trasferte, levatacce… eppure nessuno mi pagava per farlo, ed è stato ben presto chiaro che nessuno lo avrebbe mai fatto. Ma non per questo ho smesso.
Perchè così tanti blog sono abbandonati? nel web c’è ancora spazio per chi blogga solo per passione?

E’ naturale sperare di riuscire a trasformare una passione in un lavoro, è il sogno di tutti…
Ed è giusto studiare, pianificare, cercare di capire quali siano i passi da seguire per farlo, senza sperare che arrivi la fatina dei denti a farlo per noi.

Ma oggi sembra che il processo sia capovolto. Scegli l’argomento che spero mi faccia guadagnare e se riesco mi ci appassiono. Poco importa se ne so poco, con una googlata dell’ultimo momento un post riesco a scriverlo di sicuro.

Ti è mai capitato di fare una ricerca su un determinato topic e trovare dei post che sostanzialmente erano uno la traduzione dell’altro? A me sì. E per carità, l’autore della traduzione aveva fatto sicuramente un buon lavoro, a livello promozionale, se con un articolo copiato è riuscito ad arrivare a vertici del Page Rank.

Ma ha davvero un senso un blog concepito così? E’ quello il tipo di blog che vorresti scrivere?

Pensi di riuscire a scrivere un post ogni settimana, magari per anni, senza venire retribuito, e scrivere su di un argomento che neppure ti interessa?

Se la tua nicchia non l’hai ancora trovata, se ti va di parlare di ricette vegetariane, fisica quantistica, manga giapponesi e capre tibetane, allora sentiti libero di scrivere un blog multi-topic.

A volte c’è del metodo nella follia.

(Prima di cominciare il tuo prossimo articolo sulle capre tibetane, puoi raccontarmi chi sei o semplicemente lasciare un saluto nei commenti :-))