Cominciare a correre può essere facile… continuare con costanza spesso non lo è. A meno che non partiamo subito con il piede giusto!

cominciare a correre

Io sono una sportiva. O forse lo sono stata, prima di avere una figlia, un lavoro decisamente impegnativo, un paio di secondi lavori decisamente impegnativi, una casa da mandare avanti in qualche modo, e in sostanza un sacco di scuse da raccontarmi per non esserlo più, o almeno non più con l’antica costanza.

E ho corso tanto, nella mia vita. Sotto il sole, con la pioggia, a volte sotto la neve (che bello!), al mattino presto, la sera, lungo il mare, lungo una rete di qualsiasi tipo. Ma non ho mai amato veramente la corsa. Perché per me la corsa era soprattutto sacrificio. Il bello della corsa era finirla, pensando che se non hai sofferto non puoi chiamarlo davvero allenamento.

Le cose cambiavano quando c’era da inseguire una palla, un pallone, una pallina, e questo mi ha fatto sempre sentire molto simile al mio cane. Non mi stancavo mai di correre dietro a qualcosa che rotola e rimbalza, di cercare di arrivarci sempre. Ma correre senza inseguire niente non ha mai fatto per me.

Finché non ho letto un libro che ha cambiato decisamente le cose.

“Quelli che corrono”, il libro di Stefano Baldini

Quelli che corrono, il manuale per cominciare a correre
Quelli che corrono, come recita la copertina, è un manuale per cominciare, per continuare, per migliorare. Ma il libro di Baldini, medaglia d’oro nella Maratona alle Olimpiadi di Atene, non è soltanto questo.

Non è semplicemente un manuale, infatti, perché oltre a fornire insegnamenti concreti e tabelle di allenamento per ogni livello, offre le motivazioni necessarie ad affrontare con il giusto spirito quella fantastica attività che è la corsa.

Lo fa con esempi pratici, spiegandoci quali siano i benefici fisici e fisiologici che dalla corsa naturalmente conseguono. Ma anche tramite l’entusiasmo contagioso di un uomo che non ha fatto della corsa semplicemente una ragione di vita, ma l’ha resa vita stessa.

Correre per essere più in forma, per dimagrire in modo sano, per combattere lo stress, per dormire meglio, per essere più produttivi, per migliorare l’autodisciplina: sono moltissime le ragioni per cui cominciare a correre è un’ottima idea, a qualsiasi età e in qualsiasi situazione, e Stefano Baldini le spiega con il giusto equilibrio tra semplicità e competenza.

Vuoi cominciare a correre? Leggi questo libro 😉

Se sei un principiante che finora ha scelto con scarsi risultati la strada del fai da te, se ti piacerebbe cominciare a correre ma la pigrizia ti ha sempre impedito di farlo, se ci hai provato mille volte ma ti sei sempre arreso dopo poche sessioni, leggere questo libro cambierà decisamente il tuo punto di vista sulla corsa… ma soprattutto i tuoi risultati.

Qual è il segreto? Sono molti gli spunti che troverete nel manuale di Baldini, ma quello che più di ogni altro ha cambiato il mio approccio verso la corsa sono le tabelle walking. Perfette per chi comincia questa attività con più fastidio che entusiasmo e per chi ha la tendenza a porsi obiettivi fuori portata, ti trasformeranno in un vero runner facendoti scoprire giorno dopo giorno che correre non è soltanto utile ma bello!

È primavera, le giornate sono più lunghe, le scuse per rintanarsi in casa sono finite e la temibile prova costume arriverà più in fretta di quanto pensiate: non credete che sia giunto finalmente il momento di cominciare a correre?

Quindi leggete il libro di Baldini e cominciate a darvi da fare 😉  (lo potete trovare cliccando qui)