Dimagrire!!!
Allo scattare dell’ora solare la parola d’ordine della primavera torna prepotentemente al centro dei nostri pensieri ed automaticamente la nostra mente elabora un progetto: FITNESS!
Dopo un autunno fatto di buoni propositi disattesi ed un inverno costellato di abbuffate e cioccolata di contrabbando, i primi caldi smuovono nel nostro organismo l’esigenza di tornare ad uno stato di forma fisica accettabile; ridurre la cellulite, drenare, sgonfiare l’addome, rassodare, tonificare, raddrizzare la schiena fino ad avere una postura diversa da quella del topo d’ufficio.
Le offerte dei centri fitness e benessere fioccano, mai come in questo momento è stato conveniente iscriversi approfittando di favolose e golosissime (per restare in tema) offerte: palestre attrezzatissime, personal trainer preparatissimi, decine di corsi accattivanti tenuti da istruttori convincenti… ma è davvero quello di cui abbiamo bisogno?
Sentiamo davvero la necessità di pagare profumatamente terze persone per spronarci a fare quello che il nostro fisico e la nostra coscienza ci stanno già insistentemente chiedendo di fare? Forse si

O forse no

DI CHE FITNESS SEI?

I metodi per bruciare calorie sono davvero tanti, ed ogni individuo che si possa ritenere “ben informato” al riguardo ha le proprie preferenze, sostiene le proprie idee, nutre le proprie convinzioni.

Tutti… tranne noi che abbiamo provato di tutto senza appassionarci a nulla… nulla che non fosse cucinare un caloricissimo piatto succulento, versarsi un bel bicchierone di vino (ma si, crepi l’avarizia, gli assaggini li lasciamo ai sommelier!), provare un ristorante nuovo dove ti fanno uscire con la pancia che scoppia!
In questo articolo e nei successivi cercheremo di analizzare tutte le più comuni attività sportive, approfondiremo perché a volte funzionano talmente bene da stupirsi di quando non funzionano per nulla, capiremo infine qual’è il nostro fitness style ideale!

FITNESS: MA COS’E’?

Innanzitutto proviamo a capire cosa si intende con la parola “fitness”; contrariamente a quello che è il pensiero più diffuso al riguardo e che possiamo leggere su wikipedia o altri siti analoghi, non dobbiamo pensare ad una semplice pratica sportiva, una faticosa, inopportuna, fastidiosa e monotona attività motoria che dovrebbe farci perdere qualche etto.
Niente di tutto cio’

Il momento del fitness deve essere interpretato come quel breve arco di tempo in cui ci prendiamo piacevolmente cura del nostro corpo.
Una, due, massimo tre volte a settimana: non abbiamo bisogno di preparare una maratona, né una competizione di sollevamento pesi e nemmeno una corsa campestre per dilettanti; il nostro momento fitness ci serve a ritrovare fiducia in noi stessi, nel nostro corpo e nella nostra immagine!
Ma cosa è meglio: essere sovrappeso tendenti ad un’inguardabile “tutto ciccia e brufoli” oppure essere sovrappeso ma attivamente impegnati a migliorare il proprio fisico? Non ci sono paragoni!
Sono innumerevoli gli studi che affermano che la pratica sportiva aumenta il benessere psicologico attraverso lo sviluppo dell’autostima (oltre ad avere molteplici altri effetti positivi sul nostro organismo); cito solo una fonte tra le tante, il Ministero della Salute; possiamo criticare il Governo e tutti i suoi Ministri, ma in questo hanno decisamente ragione: muoversi fa bene al corpo ed allo spirito!

Il fitness fa bene, il fitness è bello, il fitness è la piacevole cura del nostro fisico e del nostro spirito, di noi stessi e del nostro morale.

Ognuno di noi ha una attività che più gli si addice; non resta che scoprire quale, ed iniziare gradevolmente a migliorarci!